"Nuove prospettive per la pedologia: la biodiversitÓ del suolo e altri campi applicativi"

Firenze, 27 ottobre 2010


 

La maggior parte dei progetti di cartografia pedologica volge progressivamente al termine lasciando, quale eredità, un’ingente quantità di dati che non sempre riesce a trovare una applicazione adeguata ed uniforme nelle procedure autorizzative che regolano le gestione del territorio e del paesaggio.

Allo stesso tempo si osserva una crescente attenzione su tematiche relative al suolo ed alle sue specificità senza che tale attenzione sia concretamente accompagnata da una precisa strategia e da uno specifico indirizzo.

Sulla base di queste premesse si ritiene quindi necessario favorire un confronto tra i vari operatori del settore (università e istituti di ricerca, professionisti ed amministrazioni pubbliche) per impostare e individuare, se possibile, nuove proposte e nuove strategie per il settore pedologico in Italia.

In questa giornata di studio e di confronto si vuole anche portare l’attenzione sul tema della biodiversità del suolo che ha concrete e positive possibilità di sviluppo sfruttando, tra l’altro le politiche e le strategie comunitarie sul medesimo tema.

Si tratta di una prospettiva non facile che viene posta in un momento di evidente contrazione dei finanziamenti ma che d’altra parte, necessita di pronte risposte, pena la perdita di autorevolezza del settore, già minata dalla perdurante mancanza di unità da un lato e di peso politico e "lobbystico"dall’altra.

Oltre a tali temi si vuole discutere sulle prospettive lavorative e professionali che possono essere collegate ad altri temi applicativi derivanti dalle conoscenze pedologiche, come ad esempio: le valutazioni di impatto, le valutazioni di incidenza, gli orientamenti agronomici derivanti dai PSR, e via dicendo.

 

      programma della giornata

      presentazioni dei relatori