European Soil Bureau Network - Meeting Plenary 2008


 

Si tenuto a Parigi dal 17 al 19 novembre 2008 presso il Ministero francese dell’Agricoltura l’annuale riunione dell’European Soil Bureau Network (ESBN) al quale hanno partecipato una cinquantina di Esperti Nazionali. Il testo dei singoli interventi è riferito nel sito:
http://eusoils.jrc.ec.europa.eu/esbn/esbn_meetings_plenary2008.html

Sintetizzando quanto più possibile contenuti e discussione, emergono i seguenti fatti :

1- l’attività dei vari gruppi europei sembra ormai focalizzata, sia pure in modo un po’ frammentario, sulla raccolta di dati pedologici a varie scale, a volte con ripetizione di interessi e di finalità; la mia impressione è che manchi un coordinamento efficiente, tanto più che anche la DG Environment sponsorizza molte delle attività della DG Agriculture.

2- Più fattibili e realizzabili appaiono invece alcuni progetti specifici finalizzati al rilevamento delle qualità del suolo (LUCAS), ai rischi (ENVASSO e RAMSOIL), e alla protezione delle foreste dall’inquinamento atmosferico e dal fuoco(BIOSoil-FOCUS).

3- La maggior parte dei progetti in sviluppo sono gestiti da gruppi numerosi e ben organizati, principalmente Inglesi (Cranfield , ex Soil Survey), Olandesi (ALTERRA) , Francesi (INRA) e di recente , Austro-Ungarici (Vienna e Budapest); dopo la realizzazione dell’Atlante dei Suoli d’Europa e la Carta Ecopedologica in scala 1:250.000 non mi risulta che vi siano gruppi Italiani attualmente in funzione.

Conclusioni .Gli scopi delle varie attività sono senza dubbio degni di elogio: tuttavia in molto casi le metodologie scelte sembrano piuttosto discutibili. Ad esempio il Progetto ENVASSO ha previsto una osservazione sulla qualità del suolo ogni 300 km2 per l’intera Europa ; il Progetto SPADE nelle Unità cartografiche composte da più tipologie di suolo preferisce prendere una media ponderata anziché come sarebbe più logico, un valore modale sicuramente reale .Relativamente alle prospettive nazionali , alcuni progetti (Data Base al 250.000 AMI list, guidato da Arwin Jones dell’JRC ; RAMSOIL guidato da Toth Tibor della Università di Budapest ) hanno bisogno di nuovi dati soil-environment e sembrano aperti a ulteriori collaborazioni. Alcuni bandi dovrebbero comparire sul Bollettino EU prima della fine dell’anno o all’inizio del prossimo. Ciò premesso , penso che le stesse persone che hanno collaborato all’Ecopedologica potrebbero farsi avanti ( in consorzio!) per una nuova raccolta di dati pedologici e ambientali.


Donatello Magaldi
Esperto ESBN