Amazonian Dark Earths and Their European Counterparts

WILLIAM I. WOODS
Department of Geography, The University of Kansas

18 dicembre 2008 - Perugia


 
 

 

Le Dark Earths (Terra Preta de Indio) sono suoli antropogenici di origine precolombiana del bacino del Rio delle Amazzoni. Hanno un elevato contenuto in carbonio per uno spessore che può arrivare fino a 2 m di profondità che contrasta decisamente con gli Oxisuoli naturali circostanti.
La sostanza organica (black carbon, charcoal o biochar, ovvero carbonio organico derivante da una combustione incompleta di biomasse) di questi suoli è stabilizzata e resiste alla degradazione anche dopo centinaia di anni.
Lo studio di questi suoli particolari ha stimolato la ricerca sul biochar e sul suo uso in agricoltura come ammendante allo scopo di favorire disponibilità di nutrienti, diminuire le perdite per lisciviazione e favorire le produzioni.
William I. Woods del Dipartimento di Geografia dell’Università del Kansas ha studiato per molti anni questi suoli.
Terrà un seminario nell'aula magna della Facoltà di Agraria di Perugia giovedì 18 dicembre 2008, ore 11.

Facoltà di Agraria di Perugia
Dipartimento di Scienze Agrarie ed Ambientali
Sezione di Geopedologia e Meccanica
Borgo XX Giugno, Perugia

Con il patrocinio di AIP e SIPe.

 
 

Amazon archaeologist

Bill at Belterra
 
Soil scientists conducting physical test on terra preta site
 
clic per ingrandire