Il degrado del suolo costa caro


 

Il degrado del suolo costa almeno 80 EUR ogni anno a ciascun abitante dell'Unione Europea.
Le stime sono contenute nella Comunicazione della Commissione al Parlamento (COM(2006)231) meglio nota come Strategia tematica per la protezione del suolo. Nella Comunicazione sono quantificati i costi annui per la Società:

  • erosione: 0,7 - 14,0 miliardi di euro
  • diminuzione della materia organica: 3,4 - 5,6 miliardi di euro
  • compattazione: non sono possibili stime
  • salinizzazione: 158 - 321 milioni di euro
  • smottamenti: fino a 1,2 miliardi di euro per evento
  • contaminazione: 2,4 - 17,3 miliardi di euro
  • impermeabilizzazione: non sono possibili stime
  • calo della biodiversità: non sono possibili stime.

In Italia se ne comincia a discutere.
Viene depositato un progetto di legge specifico Disposizioni per la protezione del suolo (n. 1926 assegnato alla VIII Commissione Ambiente il 16 gennaio 2007) e la 14ª Commissione permanente del Parlamento italiano esprime parere favorevole alla Proposta di direttiva del Parlamento europeo. Finisce la XV legislatura ed in quella successiva il disegno di legge Disposizioni per la protezione del suolo viene ripresentato (Atto Camera 274/XVI Legislatura; C.274 assegnato il 5 settembre 2008, non ancora iniziato l'esame). E anche le Regioni si attivano. Nella Regione Piemonte, ad esempio, viene presentata la stessa proposta di legge Disposizioni per la protezione del suolo (Proposta di Legge Regionale 569 dell'11 Settembre 2008).

…e intanto nella Confederazione Elvetica dal 1° ottobre 1998 è in vigore l'Ordinanza contro il deterioramento del suolo (O suolo, RS 814.12).

 

  Vai sul blog a commentare la notizia