Il Gruppo di lavoro "Suolo e Sviluppo Rurale"
 
Igino Chiuchiarelli e Sergio Santucci
Centro Studi Suolo, Ambiente e Paesaggi d'Abruzzo - ARSSA
(igino.chiuchiarelli@tin.it, sergio.santucci@tin.it)
 
 
"Trasmetto, in allegato, la versione del documento rivista a seguito delle ultime osservazioni (riunione ONP del 25 ottobre, osservazioni del gruppo alla versione del 19 ottobre, osservazioni da parte dell'ufficio).
La presente bozza verrà inviata A TUTTE LE REGIONI per la riunione preparatoria al tavolo di concertazione nazionale (SVILUPPO RURALE 2007-2013) che si terrà il 5 dicembre a Roma.
Vi anticipo che alla riunione verrà convocato anche il gruppo (la convocazione ufficiale dovrebbe partire fra qualche giorno) e nel corso della stessa il documento verrà presentato.
I rappresentanti del gruppo sono pertanto invitati a prendere visione della bozza allegata e ad inviare al sottoscritto eventuali osservazioni ENTRO E NON OLTRE GIOVEDI' 24 ALLE ORE 12.00. Mi scuso del breve tempo a disposizione ma è necessario inviare il documento alle regioni con debito anticipo.
Rimango quindi in attesa di eventuali integrazioni o correzioni da effettuare sulla presente bozza di documento, che verranno prese in considerazione solo se perverranno nei tempi previsti. Sottolineo inoltre che dopo il passaggio del tavolo di concertazione nazionale il documento sarà definitivo. Grazie per la collaborazione e a presto."

Era questa l'ultima mail pervenuta che sanciva la chiusura del documento, elaborato dal gruppo di lavoro sul Suolo e Sviluppo Rurale, che doveva essere inglobato in parte o totalmente nel Piano Strategico Nazionale (PSN) 2007-2013. Ci sembrava una buona occasione; finalmente si parlava di suolo secondo le nostre intenzioni e il suolo aveva le carte in regola per poter essere parte pregnante di un documento di programmazione di base, quale il PSN, che costituisce le linee guida dei PSR regionali. Abbiamo lavorato con serietà, cercando di farci largo tra la riluttanza e la diffidenza di vari componenti. Tra i vari argomenti trattati siamo riusciti a far inserire i concetti di carta dei suoli, capacità d'uso, utilizzo dei lavori di pedologia per varie tipologie di intervento tra cui le zonazioni per prodotti di qualità.
Il documento prodotto prevede che l'erogazione di finanziamenti, per l'attuazione dei vari assi e misure, sia subordinata, in molti casi, alla conoscenza delle caratteristiche principali dei suoli delle diverse aree su cui agisce la misura.
Sembrava di aver fatto un passo avanti nella accettazione della pedologia quale base per la programmazione in campo agricolo ed ambientale e quale mezzo per l'effettuazione di politiche agricole miranti la conservazione delle risorse, come da dettami e finalità della nuova PAC.
Certo il nostro era solo un gruppo di lavoro all'interno del PSN che a sua volta è alla base dei PSR regionali, ma pur sempre era stato redatto un documento ufficiale del MIPAF.
Alla riunione del 5 dicembre siamo andati con grande entusiasmo; speravamo nella caratterizzazione di parte del PSN, mai ci saremmo aspettati che il Suolo non venisse citato tra le priorità ambientali.
Abbiamo fatto le nostre rimostranze, soprattutto noi regionali e sembrerebbe che la versione definitiva riporterà anche il Suolo come priorità e quindi presente nei vari assi e misure in modo consistente. Speriamo bene!
Questo è l'indice del documento prodotto dal gruppo di lavoro che, appena ufficializzato, verrà riportato nel sito dell'AIP.

PROGRAMMAZIONE SVILUPPO RURALE 2007-2013
Contributo tematico alla stesura del PIANO STRATEGICO NAZIONALE
GRUPPO DI LAVORO "Suolo e Sviluppo Rurale"

1. Il contesto di riferimento
1.1. Finalità del documento
1.2. Quadro conoscitivo della situazione attuale e problematiche generali
1.2.1. La degradazione della risorsa suolo nel contesto specifico italiano
1.2.2. La strategia tematica per la protezione del suolo e le altre normative comunitarie
1.3. I principali interventi per la difesa del suolo
1.3.1. Piani di bacino e Piani di assetto idrogeologico (PAI)
1.3.2. Interventi realizzati con i fondi strutturali
1.3.3. Criteri di gestione obbligatori e BCAA nel quadro della Condizionalità
1.4. Le politiche per lo sviluppo rurale 2000-2006 ed il suolo: breve analisi dei rapporti di valutazione intermedia
2. Orientamenti strategici per la nuova programmazione
2.1. Individuazione delle priorità d'intervento in vista della programmazione 2007-2013
2.2. Localizzazione degli interventi ed utilizzo della cartografia
2.3. Possibili misure per il miglioramento e la difesa del suolo
2.3.1 Possibili misure relative all'asse 1 "miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale"
2.3.2 Possibili misure relative all'asse 2 "Valorizzare l'ambiente e lo spazio naturale"
2.3.3 Possibili misure relative all'asse 3 "qualità di vita nelle zone rurali e diversificazione dell'economia rurale"

Il Gruppo di Lavoro è coordinato da:
Camillo Zaccarini Bonelli e Stanislao Lepri (ISMEA - MiPAF).
Il Gruppo di Lavoro è composto da:
Francesco Bongiovanni (MiPAF),
Francesco Morganti (ISMEA - MiPAF),
Francesca Riguzzi e Daniela Quarato (MiPAF),
Maria Grazia Cotta e Rosina De Piccoli (MATT),
Giampaolo Sarno e Gianfranco De Geronimo (Regione Emilia-Romagna),
Enrico Favi (Regione Toscana),
Massimo Madonia e Valchiria Ferranti (Regione Lazio),
Francesco Bellino (Regione Puglia),
Igino Chiuchiarelli e Sergio Santucci (ARSSA Abruzzo),
Rosa Francaviglia, Stefano Canali e Federica Riccioni (CRA - ISNP),
Paolo Bazzofi (CRA - ISSDS),
Francesca Quercia e Stefano Lucci (APAT),
Antonella Trisorio (INEA).

 
 
 
 

    n. 1-3 anno 2005