Lo studio dei suoli applicato all’arboricoltura da legno.
Esperienze in Lombardia
 
Vanna Maria Sale
ERSAF - Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste della Lombardia
 
 

In Lombardia le componenti tecniche delle strutture pubbliche attraverso cui la Regione ha sovrinteso e gestito le attività e conoscenze in campo forestale (ex Azienda Regionale delle Foreste - ARF) e in campo pedologico (Ente Regionale di Sviluppo Agricolo della Lombardia - ERSAL), sono confluite a seguito della legge regionale di riordino degli enti strumentali dei primi mesi del 2002, nel "Dipartimento dei Servizi al Territorio rurale e alle foreste" del nuovo Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste - ERSAF.
Le attività nei due settori di cui sopra, pur nella continuità con le linee precedentemente tracciate, si sono in parte modificate ed ampliate per adempiere le competenze istituzionali del nuovo Ente.
La Regione Lombardia dispone attualmente di una cartografia pedologica di semidettaglio (scala 1:50.000) del territorio di pianura e prima collina (circa 14.000 Kmq), che costituisce lo "strato suoli" del SIT - Sistema Informativo Territoriale regionale - (consultabile nel sito http://www.cartografia.regione.lombardia.it/portale/). È stata inoltre ultimata di recente la carta pedologica di riconoscimento (scala 1:250.000) di tutto il territorio regionale, realizzata nell'ambito del progetto "Carta dei Suoli d'Italia".
Nel settore forestale l'attività di arboricoltura da legno si concretizza nella progettazione, realizzazione e gestione di aree sperimentali con impianti di specie pregiate (essenzialmente noce comune e ciliegio selvatico) su una superficie di oltre 2.000 ettari (circa lo 0,2% della superficie agricola regionale) prevalentemente in terreni più o meno marginali di pianura. Tale attività è supportata dalla realizzazione di un manuale tecnico-operativo (scheda sotto), rivolto a tecnici, arboricoltori, aziende con l'intento di fornire uno strumento operativo a sostegno di una corretta impostazione e realizzazione degli impianti di arboricoltura.

 

Un elenco e breve descrizione delle pubblicazioni a carattere forestale della Regione Lombardia si trova nel sito della DG Agricoltura della Regione (http://www.agricoltura.regione.lombardia.it/) alla pagina pubblicazioni/Foreste e Montagna.

Negli anni scorsi ERSAL ed ARF, nella consapevolezza reciproca che la conoscenza delle caratteristiche fisiche e chimiche dei suoli può fornire importanti indicazioni per la scelta delle specie da utilizzare negli imboschimenti e negli impianti di arboricoltura da legno, hanno realizzato congiuntamente la Carta di Orientamento Pedologico per l'Arboricoltura da Legno della Pianura Lombarda.
In tale lavoro i caratteri pedologici dei suoli presenti nella pianura lombarda sono stati analizzati in funzione delle esigenze ecologiche delle diverse specie considerate (acero montano, frassino maggiore, noce comune, ciliegio selvatico, rovere e farnia).
Sono state definite (e cartografate) 5 classi di orientamento pedologico per ciascuna delle specie elencate; al crescere della classe aumentano le limitazioni che ostacolano lo sviluppo della specie considerata, per arrivare dalla classe 1, che caratterizza suoli con caratteri favorevoli allo sviluppo della specie, alla classe 5 che evidenzia suoli poco o non favorevoli allo sviluppo della specie.
 

  Arboricoltura da legno
  

Il manuale contiene le seguenti informazioni:

  • descrizione ecologica delle specie principali:
    ciliegio selvatico, noce comune, acero montano, frassino maggiore, rovere, farnia, tiglio selvatico, ciavardello, paulonia, perastro;
  • progettazione: definizione delle caratteristiche stazionali, obiettivi dell'intervento, scelta delle specie; · caratteristiche del materiale vivaistico da impiegare: provenienza del postime, qualità del postime;
  • tecniche colturali: impianto, cure colturali successive;
  • strumenti normativi per la realizzazione di impianti di arboricoltura da legno in Regione Lombardia.
 

Un elenco e breve descrizione delle pubblicazioni a carattere forestale della Regione Lombardia si trova nel sito della DG Agricoltura della Regione (http://www.agricoltura.regione.lombardia.it/) alla pagina pubblicazioni/Foreste e Montagna.

Negli anni scorsi ERSAL ed ARF, nella consapevolezza reciproca che la conoscenza delle caratteristiche fisiche e chimiche dei suoli può fornire importanti indicazioni per la scelta delle specie da utilizzare negli imboschimenti e negli impianti di arboricoltura da legno, hanno realizzato congiuntamente la Carta di Orientamento Pedologico per l'Arboricoltura da Legno della Pianura Lombarda.
In tale lavoro i caratteri pedologici dei suoli presenti nella pianura lombarda sono stati analizzati in funzione delle esigenze ecologiche delle diverse specie considerate (acero montano, frassino maggiore, noce comune, ciliegio selvatico, rovere e farnia).
Sono state definite (e cartografate) 5 classi di orientamento pedologico per ciascuna delle specie elencate; al crescere della classe aumentano le limitazioni che ostacolano lo sviluppo della specie considerata, per arrivare dalla classe 1, che caratterizza suoli con caratteri favorevoli allo sviluppo della specie, alla classe 5 che evidenzia suoli poco o non favorevoli allo sviluppo della specie.
 

  Arboricoltura da legno
  

Il manuale contiene le seguenti informazioni:

  • relazione tecnica esplicativa del lavoro svolto, ed in particolare dell'incrocio tra dati pedologici ed esigenze ecologiche delle piante per arrivare alla definizione delle classi di orientamento;
  • carta dei pedopesaggi in scala 1: 250.000;
  • carte di orientamento pedologico in scala 1:600.000:
    - acero montano (Acer pseudoplatanus);
    - frassino maggiore (Fraxinus excelsior);
    - noce (Juglans regia);
    - ciliegio (Prunus avium);
    - rovere (Quercus petrea);
    - farnia (Quercus robur).
 

La Carta di Orientamento Pedologico per l'Arboricoltura da Legno costituisce un'esperienza preliminare in Lombardia, dalla quale ripartire per diffondere la collaborazione tra le competenze forestali e pedologiche, che può riguardare anche attività diverse dall'arboricoltura (come la caratterizzazione di tipologie forestali, il monitoraggio degli ecosistemi forestali e della biodiversità, la scelta di aree idonee per ripopolamenti da seme….).

Le pubblicazioni citate sono distribuite gratuitamente dall'ERSAF (spese di spedizione a carico de destinatario).
Per informazioni rivolgersi a:
ERSAF - Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste
Via Copernico 38 - 20125 Milano
Marina Anelli:
tel. 02.67404239; fax 02.67404299
e-mail: marina.anelli@ersaf.lombardia.it;
http://www.ersaf.lombardia.it.

 
 
 
 

    n. 1-3 anno 2004